Bulgaria – Italia: azzurri, ingranate la quarta!

ottobre 4, 2014

La ripresa del lungo cammino degli azzurri di Antonio Conte verso gli Europei di Calcio 2016 passa, stasera alle ore 20:45 (diretta Rai Uno), dal terreno di gioco del glorioso Levski Stadium di Sofia: parola d’ordine, evitare passi falsi e ulteriori rallentamenti. La classifica del Girone H, infatti, sorride ancora all’Italia, anche se la Croazia ha una differenza reti migliore e, soprattutto, la ritrovata Norvegia soffia sul collo di capitan Buffon e compagni, a un solo punto di distanza. Occorre cambiare marcia rispetto allo scialbo pari con i croati dello scorso ottobre, in particolare guardando alle scarne prestazioni di settembre contro Azerbaijan e Malta: due vittorie striminzite, buone soltanto per i sei punti in classifica ma che, nell’ottica dello sfavillante inizio fornito dalla Nazionale post-Prandelli (scintillanti vittorie con Olanda e Norvegia), hanno rappresentato un passo indietro, quasi un brusco risveglio che ha riportato agli incubi vissuti durante il disgraziato Mondiale in Brasile.

chiellini azerbaigian

Contro la Bulgaria guidata da Ivaylo Petev, tecnico ex Ludogorets che ha rilevato Penev tre mesi fa dopo l’insoddisfacente pareggio con Malta, gli azzurri dovranno dunque cambiare marcia: occorre ingranare la quarta, intesa principalmente come l’agognata vittoria numero 4 di un girone ancora molto equilibrato nelle posizioni di vertice. Innestare marce più alte dunque, aumentando una velocità di crociera sinora soltanto sufficiente, magari approfittando dello scontro diretto di stasera tra Croazia e Norvegia. Migliorare le prestazioni del motore e innestare rapporti sempre più alti sarà impresa un po’ più difficoltosa a causa dell’assenza di Claudio Marchisio: per fortuna di Conte e Allegri, però, la paventata lesione del legamento crociato riportata durante gli allenamenti a Coverciano è stata scongiurata dagli ulteriori esami a cui il centrocampista bianconero si è sottoposto al rientro a Torino. Le due risonanze hanno evidenziato l’assenza di lesioni, riducendo i tempi di recupero dell’8 bianconero a un paio di settimane.

Marchisio

Un sospiro di sollievo che, comunque, ci priverà stasera di una delle nostre colonne di centrocampo: sulla scorta di questa assenza, sommata a quella di Pirlo, Conte dovrebbe schierare i suoi ragazzi col consueto 3-5-2, ormai marchio di fabbrica dell’allenatore leccese: Buffon tra i pali, diga bianconera in difesa con Bonucci, Chiellini e Barzagli; Darmian e Antonelli sulle fasce; Verratti a orchestrare con accanto Bertolacci (in ballottaggio con Candreva) e Parolo; Zaza e Immobile in attacco. I bulgari, dall’altra parte, non potranno contare sull’uomo di maggior classe, quel Dimitar Berbatov che ha abbandonato la Nazionale ormai cinque anni fa. Due gli “italiani” convocati: il ternano Bojinov, calciatore dal grande passato e dalle enormi promesse mai mantenute, protagonista in Umbria di una stagione sinora sottotono e il palermitano Chochev. Valeri Bojinov ha cercato di scaldare i tifosi, dicendosi sicuro di segnare al primo tiro in porta: evidente tentativo di tirare su un ambiente un po’ depresso dagli ultimi risultati e da una improbabile rincorsa al terzo posto del girone, lontano già 5 punti.

Italian forward Roberto Baggio kicks the ball past

Un’occhio ai precedenti: indimenticabile la semifinale dei Mondiali del 1994, quando un divino Roberto Baggio sconfisse i bulgari con due magie, regalandoci la finale di Pasadena contro il Brasile; inquietante, invece, la statistica che mai ci ha visto vincenti a Sofia. Due pareggi datati 2012 e 2008, addirittura una sconfitta per 3-2 nel lontano 1968: partita da ricordare questa, per essere stata l’ultima apparizione in azzurro del grande Armando Picchi, terzino dell’Inter Euro-Mondiale di Helenio Herrera.

Probabili formazioni:

Bulgaria (4-2-3-1): Stoyanov; Manolev, Bodurov, Terziev, Minev; Dyakov, Gadzhev; Bojinov, Popov, Milanov; Micanski. Allenatore: Petev

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Parolo, Verratti, Bertolacci (Candreva), Antonelli; Zaza, Immobile. Allenatore: Conte.

 Giorgio Tosto

@giorgiotosto83 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPONSOR
 

Seguici su Google+