Italia-Inghilterra: tra debutti e tensioni, sarà il “Conte day”

marzo 31, 2015

Il ritorno di Conte in quella che è stata la sua “casa” per tre splendidi anni, il prestigio di una sfida che rappresenta una delle grandi classiche del calcio mondiale, le frizioni tra FIGC e Juventus, gli esordi dal primo minuto di Valdifiori da una parte e del gioiellino Harry Kane dall’altra. Questo e molto altro sarà Italia-Inghilterra, sfida in programma stasera allo Juventus Stadium alle 20:45 (diretta su Rai Uno).

Prima ancora dell’analisi tecnica, questa non può che essere la partita di Antonio Conte, che torna nella tana bianconera da tecnico della Nazionale, dopo un trittico di scudetti da incorniciare e una separazione burrascosa dalla Casa madre la scorsa estate, addirittura qualche giorno dopo l’inizio del ritiro precampionato. Le frizioni tra il ct azzurro e la dirigenza dei Campioni d’Italia, latenti in questi mesi, sono esplose con l’affaire Marchisio: al giocatore, infortunatosi durante un allenamento a Coverciano, era stata prima diagnosticata una lesione ai legamenti del ginocchio, fortunatamente smentita dalle successive risonanze fatte al rientro a Torino. La classica goccia, quest’ultima, che ha fatto traboccare il vaso: John Elkann ha apertamente accusato Conte della eccessiva durezza dei suoi allenamenti, il commissario tecnico ha risposto per le rime ricordandogli di come non si fosse mai lamentato di questo ai tempi della Juve.

conte

Tensioni, quelle tra il club migliore a livello italiano e la Nazionale, rinfocolate anche dalle polemiche dei tifosi sulla scelta della FIGC di “coprire” all’interno e fuori dallo stadio tutti i richiami al trentaduesimo scudetto: ennesimo pomo della discordia, uno dei tanti fronti aperti che non fanno bene al movimento calcistico italiano e che non danno una bella immagine del nostro calcio all’estero. Meglio parlare, dunque, della serata dei debutti: per Valdifiori, regista dell’Empoli-champagne di Maurizio Sarri, classe 1986, sarà l’esordio assoluto in maglia azzurra. Il centrocampista, reduce da due stagioni ad alto livello, avrà stasera una vetrina importantissima e, c’è da scommetterci, la sua prestazione sarà vista con interesse da numerosi osservatori di grandi squadre (si parla di un futuro rossonero per lui). Eder, dopo l’ingresso a partita in corso e il gol del pareggio in Bulgaria (girone H, azzurri secondi), debutterà dal primo minuto, affiancando in attacco Graziano Pellè, match-winner dell’incontro di qualificazione giocato lo scorso settembre a Malta.

Eder

Dall’altra parte della barricata, Roy Hodgson ha confermato che questa sarà la serata dell’esordio dal primo minuto di Harry Kane: il talento del Tottenham, dopo aver siglato la rete del 4-0 nella partita contro la Lituania (Girone E, inglesi nettamente primi), avrà una grande chance di mostrare il suo valore affiancando capitan Rooney in avanti. Una bella sfida per il trio difensivo azzurro, formato oggi da Ranocchia, Bonucci e Chiellini. In uno Stadium che difficilmente sarà gremito in ogni ordine di posto (quasi 30.000 i tagliandi venduti), il centrocampo azzurro dovrebbe essere composto dal deb Valdifiori, Soriano e Parolo: nel classico 3-5-2, le corsie laterali verranno affidate a Florenzi e Darmian.

Harry Kane

Chiusura con la storia: le sfide con gli inglesi sono state spesso epiche, vere e proprie battaglie sportive. Dal mito dei Leoni di Highbury, rimando all’epica sfida del 1934 conclusasi con una rimonta azzurra fallita di un soffio in inferiorità numerica (da 3-0 a 3-2 con doppietta di Meazza), alle reti con cui Capello e Zola ci diedero le uniche due vittorie in terra britannica (due 0-1, datati 1973 e 1997), alla finalina dei Mondiali del 1990 (2-1 per gli azzurri, gol di Baggio, Schillaci e Platt), passando per gli ultimi due trionfi azzurri: i quarti di finale degli Europei 2012, con la vittoria ai rigori e il magistrale “cucchiaio” di Pirlo a Hart, e l’illusorio trionfo con cui lo scorso giugno la Nazionale di Prandelli aveva avuto la meglio su quella di Hodgson per 2-1 (Marchisio, Sturridge, Balotelli). Stasera, nuovo capitolo della saga.

Probabili formazioni:

Italia (3-5-2): Buffon; Ranocchia, Bonucci, Chiellini; Florenzi, Parolo, Valdifiori, Soriano, Darmian; Pellé, Eder. Allenatore: Conte

Inghilterra (4-4-2): Hart; Walker, Smalling, Jagielka, Gibbs; Walcott, Henderson, Barkley, Townsend; Rooney, Kane. Allenatore: Hodgson

Giorgio Tosto


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPONSOR
 

Seguici su Google+