Portogallo

Le chiavi tattiche

“Abbiamo una strategia ben definita senza giocatori fissi. Ci piace cambiare e non abbiamo una formazione tipo. Ma penso che giocheremo probabilmente con un 4-4-2… Ritengo che possiamo vincere questa competizione. Abbiamo le qualità per battere ogni avversario, per cui perchè non crederci?” 

Così parlò Fernando Santos, Ct di una compagine portoghese ovviamente imperniata sul talento di sua maestà Cristiano Ronaldo. Da poco più di dieci anni a questa parte, non è una novità: CR7 avrà il compito di svariare su tutto il fronte d’attacco, dando quell’imprevedibilità che potrebbe costituire l’effettivo salto di qualità di una squadra equilibrata anche se dall’età media un po’ avanzata, soprattutto in difesa, e afflitta dall’epocale problema della mancanza di un centravanti di ruolo fin dai tempi del ritiro di Eusebio. Nonostante la carta d’identità, nel pacchetto arretrato i centrali Pepe e Bruno Alves sono delle garanzie, davanti al portiere Rui Patrìcio con il veterano Carvalho pronto a subentrare; il centrocampo, orfano di Tiago e Bernardo Silva, si aggrappa alle geometrie di Joao Moutinho, sostenuto dall’interdizione tutta talento e dinamismo di Renato Sanches, 18enne portentoso mediano (ricorda non poco Edgar Davids) appena acquistato dal Bayern Monaco, di cui Guardiola e Simeone hanno tessuto invidiabili lodi dopo la sua vittoria del campionato portoghese con la maglia del Benfica.

In una Selecção arricchita da una nuova generazione di giovani molto promettenti, spicca tra i centrocampisti anche William Carvalho dello Sporting CP, nominato Giocatore della Competizione nei Campionati Europei UEFA Under 21 del 2015 terminati dal Portogallo al secondo posto. Ben note le frecce offensive NaniQuaresma, chiamate a coadiuvare Cristiano Ronaldo, capitano e miglior marcatore di sempre del Portogallo, a due gare dal record di presenze in nazionale firmato Luis Figo: al “Re Cristiano”, miglior marcatore di sempre nella storia degli Europei di calcio (qualificazioni comprese) e con tutta probabilità anche il primo a segnare in quattro “euroedizioni” differenti, il compito di alimentare le audaci speranze di vittoria del Portogallo.

Ecco i 23 convocati del Portogallo per  Euro 2016

Portieri: Rui Patrício (Sporting CP), Anthony Lopes (Lyon), Eduardo (Dínamo Zagreb);

Difensori: Vieirinha (Wolfsburg), Cédric (Southampton), Pepe (Real Madrid), Ricardo Carvalho (Monaco), Bruno Alves (Fenerbahçe), José Fonte (Southampton), Eliseu (Benfica), Raphael Guerreiro (Lorien);

Centrocampisti: William Carvalho (Sporting CP), Danilo Pereira (Porto), João Moutinho (Monaco), Renato Sanches (Benfica), Adrien Silva (Sporting CP), André Gomes (Valencia), João Mário (Sporting CP);

Attaccanti: Rafa Silva (Braga), Ricardo Quaresma (Beşiktaş), Nani (Fenerbahçe), Cristiano Ronaldo (Real Madrid), Éder (Lille).

Qui tutte le partite del Portogallo nel Girone F

14/06 21:00 St.Etienne
Portogallo – Islanda

18/06 21:00 Parigi
Portogallo – Austria

22/06 18:00 Lione
Ungheria – Portogallo

Link utili: Calendario Europei 2016 Gironi Europei  2016 –  Le squadre

Sponsor





 

Annunci

Seguici su Google+