Galles

Per il Galles del commissario tecnico Chris Coleman si tratta di un ritorno ad una competizione per nazionali che mancava dal lontano 1958, anno dei Mondiali svedesi in cui i “Dragoni” del gigantesco centravanti John Charles furono eliminati ai quarti di finale dal Brasile, in virtù della reta realizzata da un diciassettenne meglio conosciuto come Pelè. Ottenuto la storica qualificazione all’Europeo, è chiamato all’esordio contro la Slovacchia di Marek Hamsik, per un girone B completato da Inghilterra e Russia.

Le chiavi tattiche

Il Galles conta sulla solidità difensiva garantita da nomi ben noti e stimati in Premier League,  testimoniata dai soli 4 gol subiti nelle 10 partite disputate nel corso delle qualificazioni agli Europei, ove non è passata inosservata l’inviolabilità mantenuta nel doppio confronto contro il Belgio della “Generazione d’oro” di mister Wilmots. Con un assodato stile di gioco basato su attenzione e copertura, il pacchetto arretrato è imperniato sul carisma della coppia centrale formata dal capitano Ashley Williams, 31 in forza allo Swansea del nostro Francesco Guidolin, e da James Chester, protetti dal mediano Joe Allen, in forza al Liverpool dal 2012 con 132 presenze.

A centrocampo svetta il talento di Aaron Ramsey, all’Arsenal dal 2011, dove la 25enne mezzala ha messo insieme 259 presenze andando in gol ben 43 volte.  Nello stesso reparto si muoveranno certamente il centrocampista del Crystal Palace, Joe Ledley, e soprattutto quello del Leicester dei miracoli del nostro mister Claudio Ranieri, Andy King, che dopo aver trionfato inaspettatamente in Premier League non ha nascosto addirittura di credere nei miracoli calcistici del suo Galles in Francia: d’altra parte, dopo quanto accaduto con la maglia del Leicester, perché precludersi di sognare con la maglia della sua Nazionale, con cui ha messo insieme 32 presenze e 2 reti? Segnaliamo anche George C. Williams, una delle possibili rivelazioni per Coleman: giovanissimo calciatore del Gillingham, in prestito dal Fulham, si tratta di un classe ’95 a dir poco interessante sulla mediana.

Mister 100 milioni

Ovviamente il giocatore simbolo del miracolo gallese è mister 100 milioni di euro: Gareth Bale. Di diritto tra le EuroStars della nostra rubrica, il “Tornado blanco” classe 1989 arriva quale fresco vincitore della Champions League ai danni dell’Atletico Madrid. Coleman si affiderà alle sue portentose folate offensive in velocità ed al suo mancino al fulmicotone per spingere, insieme all’altro attaccante prescelto Robson-Kanu, oltre l’asticella dell’apparentemente possibile il cammino dei suoi. Con il Real Madrid, Bale ha inanellato nell’ultima stagione la bellezza di 19 reti e 11 assist.

Ecco i 23 convocati del Galles per Euro 2016

Portieri: Wayne Hennessey (Crystal Palace), Danny Ward (Liverpool), Owain Fon Williams (Inverness).

Difensori: Ben Davies (Tottenham Hotspur), Neil Taylor (Swansea City), Chris Gunter (Reading), Ashley Williams (Swansea), James Chester (West Brom), Ashley Richards (Fulham), James Collins (West Ham).

Centrocampisti: Aaron Ramsey (Arsenal), Joe Ledley (Crystal Palace), David Vaughan (Nottingham Forest), Joe Allen (Liverpool), Jonathan Williams (Crystal Palace), George Williams (Fulham), Andy King (Leicester), Dave Edwards (Wolves).

Attaccanti: Gareth Bale (Real Madrid), Hal Robson-Kanu (Reading), Sam Vokes (Burnley), Simon Church (Nottingham Forest), David Cotterill (Birmingham City).

Qui le partite del Galles nel Girone B

11/06 18:00 Bordeaux
Galles – Slovacchia

16/06 15:00 Lens
Inghilterra – Galles

20/06 21:00 Tolosa
Russia – Galles

Link utili: Calendario Europei 2016Gironi Europei 2016Le squadre

Sponsor





 

Annunci

Seguici su Google+